sabato 26 aprile 2014

Ci siamo

Mi ero ripromessa di non scrivere su alcune cose che sono successe perché persone molto più colte e intelligenti di me hanno già scritto, parlato:  stasera non resisto, il mio Papa preferito ce l’ ha fatta,  io e tanti altri lo sapevamo già, ora ci sarà l’ ufficialità. La prima volta che sono andata a Roma sono andata subito a pregare sulla sua tomba, era il mio desiderio da quando è morto, mentre ero lì, verso la fine del nostro incontro gli ho detto: questo Papa ti ruberà la scena, ma per me, tu sei sempre il più forte! Sarà che ero piccola e lui a differenza di quello prima trasmetteva il Dio Padre, la tenerezza di Dio, l’occhio d’ Amore di Dio che guarda l’uomo, il buon pastore,  sarà che ha aperto la finestra per far entrare Lo Spirito Santo insomma io sono una grande tifosa, ammiratrice di Angelo Roncalli e senza togliere niente a nessuno fino al 13 marzo 2013 hanno mai scalfito questa mia passione, ripeto fino al 13 marzo in cui nel momento in qui il Vescovo di Roma ha chiesto di pregare per il suo predecessore (che per me è stato un grande e mi piace l’ idea che lui preghi per la Chiesa, non so in quale canale tv  veniva citato episodio in cui Mosè prega perché Israele vincesse contro Amalek a Refidim Esodo, 17, 8 -13. Nel versetto  12 quando Mosè vinto dalla stanchezza lasciava cadere le mani Aronne e Cur le sostenevano mi piace pensare a Benedetto che intercede per la Chiesa e fa il nonno come ha detto il nuovo vescovo)
Un padre, Ave e Gloria e la richiesta della preghiera del popolo che chiede la benedizione per il suo Vescovo e la sua richiesta di silenzio, dopo anni ho sentito quel battito provato anni e anni fa.

Angelo continua a rimanere il mio preferito ma Francesco era il Vescovo che attendevo da tempo anche se per me è un duro, dolce si, ma se si ascolta bene ti scuote e ti pone delle domande precise sul tuo modo di essere cristiano e almeno personalmente non è che mi senta così a posto, però riesce a far passare bene la misericordia di Dio e domani è la giornata della Misericordia di Dio.

Nessun commento:

Posta un commento