lunedì 26 marzo 2012

Toccata e fuga

Ciao a tutti, il mio silenzio non è dovuto ad un periodo nero ma ad un nuovo capitolo della mia vita, niente di particolare o esaltante, semplicemente mi sembrava di non aver più niente da dire, ho aperto il blog pensando di darvi un arrivederci provvisorio, annunciare un pausa e poi aprendo, vedo che la streghetta ha messo un post a cui ho messo un commento che non sono riuscita a mandare, poi Potolina è tornata ed io ancora una volta ho cercato nella Bibbia, cerco la Sua Parola, nei miei momenti più importanti, sia belli che brutti, ho trovato Parole di conforto, Parole d' Amicizia.
Mentre cercavo se riuscivo a copiare quello che ho letto per Potolina su Bible Live mi è apparso velocissimo un testo tratto dai messaggi di Giovanni Paolo II alla  XII GIORNATA MONDIALE DELLA GIOVENTÙ che mi ha colpito, per cui visto che ad ogni apertura mi cambia il testo ho cercato su internet e nell'indirizzo qua sotto ho trovato quello che cercavo:
..... La casa di Gesù è dovunque un uomo soffre per i suoi diritti negati, le sue speranze tradite, le sue angosce ignorate. Là, tra gli uomini, è la casa di Cristo, che chiede a voi di asciugare, in suo nome, ogni lacrima e di ricordare a chi si sente solo che nessuno è mai solo se ripone in Lui la propria speranza (Cfr. Mt 25, 31-46).
Per cui vi tocca, molto meno di prima ma ogni tanto vi toccherà qualche scritto che vi proporrò.
Buona notte:)