domenica 12 febbraio 2012

Credo dei prigionieri

Oggi ho pensato di mettere ordine nel mio computer e di buttare un po' di roba, ma per buttare bisogna leggere e ci vuole tempo oltre che pazienza, ho trovato dei bei testi per cui comincio a copiarne qualcuno, ecco il primo cos'ì come l' ho trovato:
Credo dei prigionieri
Composto dai detenuti del carcere di Bois d’ Arcy

Credo in Dio.
Credo nell’ Amicizia che ci unisce
Tutti fratelli, Neri, Bianchi, …….., Gialli
E di tutte le religioni che esistono su questa terra:
Credo nell’ amore con mio fratello:
Credo al coraggio
Credo alla perseveranza
Credo nella vita
Credo nella vita eterna
Credo nell’ amore
Credo nella famiglia
Credo nel perdono anche se non è facile tutti i giorni.
Credo in Dio perché ci da la forza di cambiare e di metterci di fronte ai nostri errori
E di farci cambiare.

giovedì 9 febbraio 2012

Il fascino della lettura

Erano mesi che non mi svegliavo più di notte, oggi o meglio ieri, mi è capitato di nuovo e istintivamente ho continuato a leggere il libro che avevo iniziato ieri sera, cosa che ho fatto fino a quando non si è affacciato in testa un pensiero, ricordo, constatazione: il fascino della lettura, un flash delle ore passate in solitudine a leggere quand' ero bambina; del piacere,  gusto, soddisfazione che si prova nella lettura di alcuni libri, qualcosa di fisico oltre che mentale, sensazioni presenti ma dimenticate,  percezione del momento pienamente vissuto.


mercoledì 1 febbraio 2012

Vespri

I vespri di oggi contenevano il Salmo 139 (138) uno dei miei preferiti, la liturgia delle ore viene fatta in ogni parte del mondo, come una fiaccola passata da uno all'altro, le preghiere in ogni luogo si alzano verso il cielo e non parlo solo di quelle cristiane ma anche quelle degli altri fratelli.