giovedì 7 aprile 2011

Volo d' angelo o caduta a peso morto?

Ieri sera mentre tornavo a casa dalla palestra ho constatato di persona l' intelligenza di certi costruttori che non pareggiano i sentieri in cemento con il terreno circostante il risultato è stato un volo, rapido e velocissimo, oltre al dolore, ho percepito le mie labbra che si posavano sulle mie mani belle paffutelle (per capirci come se fossi atterrate a faccia all' in giù su un cuscino e mai come ieri sera ho apprezzato di essere ciccia). Sono stata ben soccorsa e grazie al cielo salvo escoriazioni varie non mi e capitato niente salvo gli indolenzamenti  vari. Il mio primo soccorritore ha confermato che avendo visto tutta la scena, sono proprio caduta bene, quindi volo d' angelo? Dopo circa due ore che ero a casa, un dolore acuto al costato, sarà il colpo? tanto passa, stamani non era passato e sono andata al pronto, per fortuna niente di rotto, solo la contusione, devo prendere un farmaco grammatura cavallo (ma pur essendo contraria l 'ho preso e continuerò a prenderlo come prescrizione perché il male c' è) da qui una considerazione, non è che sono caduta  a peso morto??? O l' uno o l' altro l' importante è che non c'è stato niente di rotto.

Nessun commento:

Posta un commento