sabato 26 marzo 2011

Ti ringrazio per

L' ho già scritto, seminati a destra e manca ho foglietti con scritte che mi hanno colpito, ce n' era uno direi banale che però volevo inserire e che non trovavo, oggi in uno dei miei riordini, sorpresa !! l'ho trovato!!
Non vi aspettate niente di profondo eppure quando lo ricevetti mi colpì tant'è che l' ho stampato, faceva parte di una delle tante mail che girano su internet, non conosco l' autore per cui se esiste mi scuso con lui/ei  vi copio la versione che ho ricevuto io, perché ve la inserisco oggi? perché chi mi segue avrà capito che è morta una persona che conosco e la morte ti fa riflettere sulla vita e di quante cose che dai per scontate e dovute, non lo siano affatto e perché chi crede la prima cosa che dovrebbe fare è ringraziare Dio, non so voi, ma io non sono così prodiga di ringraziamenti, eppure un Amico lo devi anche coccolare, ringraziare e non solo sfruttare se non che amicizia è???? 

Ti voglio ringraziare per:
mi sono innamorato/a
certe volte rido così forte che ti fanno male le mascelle.
Una doccia calda.
Nessuno in coda davanti a te alle casse del supermercato.
Uno sguardo speciale.
Ho ricevuto posta.
Fare un giro in macchina in una stradina bellissima.
Accendere la radio proprio quando stanno trasmettendo la tua canzone preferita.
Restare sdraiato a letto ad ascoltare la pioggia.
Il profumo degli asciugamani caldi stesi al sole.
Trovare la maglia che cercavi in saldo a metà prezzo.
Un vasetto di Nutella.
Una telefonata a/da qualcuno lontano.
Una bella chiacchierata.
La spiaggia.
ritrovare qualcosa o qualcuno che sembrava perso
Ridere di te stesso.
Le telefonate di mezzanotte che durano ore. (Chicca se lo leggi, questo non vale per me e tu lo sai!!!)
Correre sotto gli acquazzoni estivi.
Ridere senza ragione.
Avere qualcuno che ti dice che sei bellissima/o.
Gli amici.
Ascoltare accidentalmente qualcuno dire qualcosa di carino su di te.
Svegliarti nel cuore della notte e realizzare che hai ancora qualche ora per dormire.
Avere qualcuno che gioca coi tuoi capelli o ti coccola.
I figli  che ci fanno arrabbiare, ma poi ti fanno allargare il cuore
Fare un bel sogno.
Una cioccolata calda o il caffè o il the
I viaggi in macchina con gli amici.
Salire su un'altalena.
Nei momenti neri  sapere che non sei solo/sola.
C’ è sempre qualcuno che prega per te
Incartare i regali sotto l'albero di Natale mangiando biscotti e bevendo un bicchiere di latte.
Incrociare lo sguardo di uno/a sconosciuto/a carino/a.
Vincere una sfida veramente competitiva.
Fare una torta di mele.
Tenerti per mano con qualcuno a cui vuoi bene.
Incontrare per strada un vecchio amico e scoprire che alcune cose (buone o cattive) non cambiano mai.
Guardare l'alba.
Alzarti dal letto al mattino e ringraziare Dio per questo.
Basta piangere, sorridiamo alla vita, abbiamo speranza e portiamo speranza.
Credo che gli amici siano angeli silenziosi che ci aiutano a rimetterci in piedi quando le nostre ali  non ricordano più come si fa a volare.


sabato 19 marzo 2011

Un altro arrivederci

Avevi cominciato il tuo calvario la scorsa quaresima, per te non sono stati tre giorni ma tanti mesi, oggi nel giorno di S. Giuseppe sei tornato da tuo Padre, fai il tifo per noi da lassù e grazie per esserci stato. Ciao è più da amici che arrivederci.

mercoledì 16 marzo 2011

150

Stavo andando a fare un corso per cui mi ero
portata la macchina fotografica è per questo
che sono riuscita a scattare queste due foto
le trovo magnifiche: l' Italia, lavoro, cultura, si perché anche se non ci sono i libri, per fare certe cose ci vuole conoscenza e cultura e uomini che non appaiono ma che ci sono.
A tutti quegli eroi uomini e donne, gente qualunque che si è sacrificata di cui forse il nome non è neanche scritto sui libri di storia.

venerdì 11 marzo 2011

Di tutto un po'

Scena: gruppo di donne "Cosa posso regalare ad un bambino che fa la Comunione? I G...... ?  Ma è una comunione!, dico io, e allora? - I bambini vogliono giochi! - Ma è una cosa spirituale, ribadisco io, dalle risposte che ho ricevuto non sembrava, gente, nella Comunione incontri Gesù uno e Trino, lo so, io per prima non sempre riesco a rendermi conto dell' INCONTRO di quel momento, ma se pensassi che è solo un' ostia sarebbe veramente un' autentica perdita di tempo andare a Messa e a fare la Comunione. E' vero l' aspetto coreografico è importante nelle cerimonie ma i sacramenti sono cose molto più serie ed importanti, io e Titti ci siamo sposati solo in Comune, quando ci siamo sposati in Chiesa l' abbiamo fatto per il sacramento e perché entrambi  ne eravamo convinti e notate bene che sono passati 17 anni dal primo matrimonio.
Certe volte mi vergogno di essere italiana soprattutto quando sento certi discorsi da parte di certi politici e da certa gente, però amo il mio paese e buona parte dei suoi abitanti, so che ci sono persone oneste, lavoratrici, serie, geniali anche in quelli che non la pensano come me, avendo abitato in più regioni dell' Italia nord, centro, sud ed anche in Francia ho imparato che non si può fare di tutta l' erba un fascio, il marcio, i cattivi e gli idioti per fortuna non hanno un' unica nazionalità, sono cittadini del mondo, così come lo sono i veri UOMINI e DONNE essi hanno religioni, razze, ideologie diverse, tutta questa chiaccherata per dirvi che ho appeso la bandiera italiana al balcone, Titti mi ha chiesto: E' una provocazione? No, gli ho risposto, se poi la vogliono intendere come una provocazione non è un mio problema. Sono fiera di appartenere a questo paese con lo stesso orgoglio con cui mi sento cittadina del mondo e voglio rendere onore a tutti quelli che hanno pagato con la vita per il nostro Paese.