giovedì 24 febbraio 2011

Possiamo pensare

Sentendo la cronaca straniera di questi giorni oltre alla pena per tutti quei morti ed altri sentimenti, mi ha colpito   la notizia non so se vera o meno, del pilota che si è rifiutato di bombardare, questo fatto mi ha fatto ricordare una poesia che avevo letto a scuola che mi era piaciuta e di cui ricordavo ben poco ma internet è incredibile e fortunatamente a forza di tentativi l' ho trovata e ve la copio

Generale, il tuo carro armato è una macchina potente
spiana un bosco e sfracella cento uomini.
Ma ha un difetto:
ha bisogno di un carrista.
Generale, il tuo bombardiere è potente.
Vola più rapido d'una tempesta e porta più di un elefante.
Ma ha un difetto:
ha bisogno di un meccanico.
Generale, l'uomo fa di tutto.Può volare e può uccidere.
Ma ha un difetto:
può pensare. 
                      
Bertolt Brecht (Germania, 1898-1956)

Spero di riuscire a pensare sempre ed avere un minimo di coraggio.
Dedicato a tutti gli uomini e donne che hanno pensato, agito, lavorato e pagato, conosciuti e no.

Nessun commento:

Posta un commento