venerdì 10 settembre 2010

Continuano le lamentazioni

Dopo un po' di tempo sono andata a leggere il blog di Giboulée e ............... mi dispiace, è un po di tempo che sono circondata da persone che stanno male, alcune le conosco, di altre pur non conoscendole come nel caso di E. di undici anni operata al cervello o di G. mi colpiscono, m' identifico, penso ai loro familiari, dire che soffro per loro forse è esagerato ma....
La zia sta sempre peggio, telefonare per me è sempre più penoso, domani porto mia mamma dall' oculista spero che almeno lì non ci siano sorprese.
Sono un po' giù e non ho voglia di tirare fuori la mia grinta; è vero che anche se non faccio niente di particolarmente faticoso, per adesso ho fatto solo 4 giorni di vacanza. Riflettevo che è un periodo in cui mi lamento abbastanza, poi ho pensato al testo di una cartolina ricevuta.
Dio tace ma per me certe volte può mandarci dei messaggi tramite gli altri, questa cartolina era datata 28/7/010 è arrivata dopo la metà di agosto, questo testo era per me e Titti ma posso affermare con tutta tranquillità che vale anche per te che stai leggendo ora,
Cari Titti e Fiore
non abbiate paura il Signore vi ama
Vi custodisce sotto le sue ali e vi protegge da tutti i mali e
vi da la pace e la gioia!
Il Signore è buono
pieno d' amore e di misericordia.
Io quando l' ho letta mi sono commossa perché l' Amore di Dio per me mi emoziona, anche se non capisco certe cose, domenica a Messa c' era questa lettura che mi ha profondamente colpito perché io vorrei conoscere.. ma
dovrò attendere dopo la mia morte.
Quale, uomo può conoscere il volere di Dio?
Chi può immaginare che cosa vuole il Signore?
I ragionamenti dei mortali sono timide incerte le nostre riflessioni,perché un corpo corruttibile appesantisce l’anima e la tenda d’argilla opprime una mente piena di preoccupazioni.
A stento immaginiamo le cose della terra, scopriamo con fatica quelle a portata di mano; ma chi ha investigato le cose del cielo?
Chi avrebbe conosciuto il tuo volere, se tu non gli avessi dato la sapienza e dall’alto non gli avessi inviato il tuo santo spirito?
Così vennero raddrizzati i sentieri di chi è sulla terra; gli uomini furono istruiti in ciò che ti è gradito e furono salvati per mezzo della sapienza». Sap. 9, 13-18

Nessun commento:

Posta un commento