venerdì 30 luglio 2010

Io e te

Mettendo a posto in un armadietto ho trovato una fotocopia volante ed ho trovato una poesia di una bambina "simpatica e speciale" ho pensato di inserirla, avevo comprato il suo libro e mi era piaciuto tanto, come già vi ho scritto sono pigra per cui ho cercato su internet per poter copiare la poesia, poi avendo trovato altro per una volta ho deciso di aggiungere altre informazioni, generalmente non faccio pubblicità ma questa volta ho fatto un'eccezione, spero di non aver commesso niente di sbagliato e se lo fatto me ne scuso ma sono in buona fede. Tutto quello che è scritto in blu l' ho preso su internet
Io e te
Io e te siamo stati creati diversamente.
Io ho i miei difetti 
tu i tuoi difetti
io le mie idee 
tu le tue idee.
Non è colpa tua
se hai un carattere
che a me non piace!
Non puoi cambiarlo
ed io non posso cambiare il mio!
Impariamo allora ad accettarci
a vicenda
senza discutere
su ogni cosa 
su cui non siamo d'accordo
perchè non c'è ninete da fare:
o tu accetti il mio essere
ed io il tuo oppure l'odio continuerà
a sfasciare
ferocemente
la nostra umanità. 
( maggio 1994, V elementare ) 



ALICE STURIALE  IL LIBRO DI ALICE  RIZZOLI
PRESENTAZIONE Il libro di Alice ..... 
....pagine è possibile scoprire quello che raccontano i suoi amici scout: " Avevi una missione da compiere: colorare i nostri cuori. Avresti potuto colorarli di nero, ma tu non lo hai fatto, hai scelto il colore più bello, quello della speranza, della gioia e dell'amicizia."  Dalla carrozzina Alice" divorava il cielo con i suoi grandi occhi azzurri "; da ferma sapeva volare e far volare. Un'esperienza che tutti possiamo fare con lei.  " Pagine di una bellezza e limpidezza, grazie e ironia, quasi impensabili (...). Ricordi, pensieri di una creatura in carrozzella ma mai disperata, poesie calibrate e senza retorica." Mario Luzi, Tuttolibri, La Stampa.  Alice Sturiale è nata a Firenze il 18 novembre del 1983. Ha vissuto solo 12 anni; è morta improvvisamente la mattina del 20 febbraio 1996 al suo banco, in seconda media. Una malattia congenita le impediva di camminare ma non di vivere con intensità  e gioia i suoi affetti, il gioco, la scuola, gli scout, la musica, le cose normali che condivideva con i suoi tantissimi amici. Si è sempre divertita a scrivere, a raccontare, a pennellare poesie, per lei " un dono sponaneo della mente". Una sua relazione sulle barriere architettoniche, presentata al " Primo congresso nazionale dei bambini " sulla città (WWF, Bologna, 1994), è stata pubblicata su  " La Nazione " e un suo racconto su " Il segreto della lingua ", testo per le elementari ( Il Capitello, Torino, 1995 ).  Alice Sturiale una bambina che dalle sue quattro ruote, dice " Sono felice " Alice se n'è andata nel febbraio 1996, all'età di dodici anni, e ci ha lasciato testi bellissimi per grandi e per piccoli. Un libro che insegna e regala la vita.  " Se quest'anno leggete un solo libro, leggete questo " Gianni Riotta 
ALICE STURIALE  Il LIBRO DI ALICE  Proprietà letteraria riservata 1997 R.C.S. Libri e Grandi Opere S.p.A. Milano  ISBN 88-17-66424-3 Prima edizione: gennaio 1997  Tutti i diritti de Il libro di Alice sono riservati all'Associazione Alice che si è costituita a Firenze, nel nome di Alice Sturiale, per promuovere iniziative a favore dei bambini e dei giovani in difficoltà psicofisiche.  L'Associazione Alice è in Via Alfieri, 22 -50121 Firenze tel. e fax 055- 24.17.63.
Il Libro di Alice è stato pubblicato per la prima volta nel giugno 1996 da Edizioni Polistampa, Firenze. 
PER IL LIBRO DI ALICE 
Questo libro è nato perchè doveva nascere. (Alice lo sa, lei così forte, così dolce, così trascinatrice). E' nato come nascono i fiori, nascono i bambini, nascono le nuovole, perchè devono nascere. E' nato per il bene di molti: per addolcire gli amari e rafforzare i fragili, per rendere più leggeri i vecchi e più bambini i bambini: per renderci insieme un po' più pazienti e sapienti. Alice dice che non si deve vergognarsi di nulla. Noi guardiamoci dal vergognarci di ridere, di piangere, di vivere, di scrivere. Le parole di Alice sono una strada bella, sono un bagno di mare, sono " piccoli principi ", sono risa e bijoux. Non stanchiamoci di leggerle, di camminarle, di bagnarvici, di stare dentro le loro verità, dentro le loro nuvole. E' contagiosa la meraviglia di Alice. E' meravigliosa. Stiamo tutti insieme dentro il suo libro. Potremo essere più felici al mondo. Sopportarlo meglio. Renderlo più felice. E' quello che crede Alice, con il suo animo fiero, con la sua parola piena di grazia. Crediamolo con lei. Mariella.  Mariella Bettarini ha curato questo libro, con grande amore, insieme ai genitori di Alice, Marta Bigozzi e Leonardo Sturiale.  

1 commento:

  1. A me questa poesia è piaciuta molto perchè anche se hai un carattere diverso da qualcuno no vuol dire che non puoi essergli amico! Se fossimo tutti uguali questo mondo non sarebbe cosi bello!!!

    Cri

    RispondiElimina