lunedì 31 maggio 2010

C' è qualcosa che non si paga

Domenica 30/5/2010, mentre camminavo per andare a Messa incrocio mamma, bimba sui 3 anni e bimbetto sui 6/7 anni, non so il contesto del discorso, ho sentito il bimbo dire:"... ma abbiamo il sole gratis!!!!" Mi è piaciuto, i bimbi nella loro essenzialità mi piacciono!!
Oggi sono andata in biblioteca e ho preso "Qualcosa di così personale" di Carlo Maria Martini a pag. 25 parla della visitazione di Maria ad Elisabetta il testo del vangelo di oggi vi incollo delle righe che mi hanno colpito:
........Vorrei riflettere con lo stesso animo con cui questo episodio è stato espresso da un poeta contemporaneo: «Con quale voce cantavi Maria! Gli antichi salmi parevan brillare di luce nuova e fondere i colli e tutti i poveri ti odono ancora»......... pag. 26 (non so chi sia il poeta, non l' ho trovato su internet)
....Improvvisamente, senza bisogno di parole, Maria si sente capita, sente che il suo segreto è stato colto da chi poteva intuirlo nello Spirito Santo, sente che ciò che è avvenuto in lei, il mistero di Dio, è ormai inteso da altri, ed è inteso con amore, con benevolenza, con fiducia. Si sente accolta e capita fino in fondo e può dare sfogo a tutta la pienezza dei sentimenti che fino a quell'istante erano rimasti come compressi. Ora che un'altra persona ha potuto intuire il suo segreto, Maria si sente liberata interiormente e può esclamare a gran voce ciò che ha dentro; può esprimersi, attra­verso un'amicizia discreta e attenta, attraverso un cuore capace di comprenderla. Ed ecco erompere, tutto d'un pezzo, il suo canto che proclama ciò che aveva meditato per lungo tempo, durante il viaggio. Quanto è importante il valore di un'amicizia che ci ca­pisca e che ci aiuti a sbloccarci e che ci permetta di mettere fuori ciò che abbiamo dentro, di bello o forse di brutto, purché sia espresso, purché sia detto! Maria si esprime cantando ed esultando perché il suo animo è pieno di gioia. pag.28
Leggendo queste righe mi sono resa conto di quanto Dio è stato buono con me, è vero in alcuni casi ho mal riposto la mia fiducia, ma ho amici come sopra, posso contarli, ma ne ho!
In ogni caso l' amicizia è come l' AMORE di Dio ed il sole: GRATIS!!!

giovedì 27 maggio 2010

Ascolta e taci!!!

Da molti anni conosco una signora anziana che io e Titti abbiamo adottato, da qualche anno ha traslocato lontano ma è rimasta in contatto telefonico ed è venuta a trovarmi in ospedale, quando le telefono lei si sfoga e mi racconta tutto quello che non può raccontare ad altri, generalmente io l' ascolto, ci scherzo, le racconto di me e della mia famiglia.
Oggi le ho telefonato e per l' ennesima volta lei mi ha raccontato delle cose ed io oggi le ho dato dei consigli verso la fine della telefonata lei mi dice: per fortuna che ci sei tu, così mi posso sfogare MA TU: ASCOLTA E TACI!!!!!!! Ho iniziato a ridere e lei a scusarsi ma siccome la conosco le ho detto: mi raccomando adesso non cominciare ad colpevolizzarti, ti assolvo, quindi smettila di pensare a quello che hai detto, non sono arrabbiata con te, il duetto ha proseguito e poi ci siamo lasciate.
La cosa mi ha fatto ridere ma è stata una lezione, lei ha solo bisogno di sfogarsi, alcune volte non abbiamo bisogno di CONSIGLI ma abbiamo una impellente, estrema necessità di essere ASCOLTATI di poter essere veri, senza essere giudicati che quello che diciamo o scriviamo.

domenica 23 maggio 2010

Pentecoste

Ieri sono andata alla Messa prefestiva ed il sacerdote durante l' omelia ha detto che lo Spirito Santo non è qualcosa di astratto ma che è molto concreto Don Bosco si è attivato per i suoi ragazzi li ha presi con se, non ha solo parlato dell' amore di Dio ma prima ha agito.
Al magazzino ho preso un libretto di Bruno Ferrero vi trascrivo un brano che mi è piaciuto


L'Imitazione
In un centro di raccolta per barboni, un alcolizzato di nome Giovanni, considerato un ubriacone irrecuperabile, fu colpito dalla generosità dei volontari del centro e cambiò completamente. Divenne la persona più servizievole che i collaboratori e i frequentatori del centro avessero mai conosciuto. Giorno e notte Giovanni si dava da fare instancabile. Nessun lavoro era troppo umile per lui. Sia che si trattasse di ripulire una stanza in cui qualche alcolizzato si era sentito male, o di strofinare i gabinetti insudiciati, Giovanni faceva quanto gli veniva chiesto con il sorriso sulle labbra e con apparente gratitudine, perché aveva la possibilità di essere d'aiuto. Si poteva contare su di lui quando c'era da dare da mangiare a uomini sfiniti dalla debolezza, o quando bisognava spogliare e mettere a letto persone incapaci di farcela da sole.
Una sera, il cappellano del centro parlava alla solita folla seduta in silenzio nella sala e sottolineava la necessità di chiedere a Dio di cambiare. Improvvisamente un uomo si alzò, percorse il corridoio fino all'altare, si buttò in ginocchio e cominciò a gridare: "Oh Dio! Fammi diventare come Giovanni! Fammi diventare come Giovanni! Fammi diventare come Giovanni!".
Il cappellano si chinò su di lui e gli disse: "Figliolo, credo che sarebbe meglio chiedere: Fammi diventare come Gesù!".
L'uomo rispose con aria interrogativa: "Perché, Gesù è come Giovanni?".
Se qualcuno ti chiede: "Com'è un cristiano?". "Guardami" è l'unica risposta accettabile.
(Bruno Ferrero, Il segreto dei pesci rossi)
A me sorge un piccolo e trascurabile dubbio, dovrei dirlo o sarebbe meglio che mantenessi l' anonimato per non far fare brutta figura ai cristiani? In ogni caso mentre cercavo delle preghiere allo spirito Santo brevi e non molto conosciute mi sono imbattuta in questa e ve la copio

Preghiera del mendicante
Sorgente di pace, luce, vieni a rischiararmi.
Ho fame, vieni a nutrirmi.
Ho sete, vieni a dissetarmi.
Sono cieco, vieni ad illuminarmi.
Sono povero, vieni ad arricchirmi.
Sono ignorante, vieni ad istruirmi.
Spirito Santo, io mi abbandono a te...

Che altro dire: credenti, non credenti mi/ci auguro di essere tutti ricolmati di Spirito Santo senza che ce ne accorgiamo in modo da agire bene senza rendercene conto.

mercoledì 19 maggio 2010

Tentazioni

Sapete, quando si parla di tentazioni si legano sempre ai peccati, sicuramente queste ci sono ma stasera pensavo che ci sono altre tentazioni più subdole legate più a degli aggettivi che non a dei peccati, faccio degli esempi concreti: non sarò mai una buona cristiana, non so pregare, non prego bene, non sono buono a ...., non sono capace di....., sapete a mio parere sono veramente delle tentazioni perché spingono ad una rottura ad una rinuncia: è inutile pregare tanto non sono capace, è meglio allontanarsi dalla Chiesa tanto non sono..., non aggiusterò l' orlo dei pantaloni tanto non ci riesco ecc. In gioco c' è l'accettare di fare le cose non perfettamente e di provare a farle come si può e come si è capaci.
Da "il decalogo della quotidianità di Papa Giovanni XXIII":
3) Solo per oggi, sarò felice nella certezza che sono stato creato per essere felice non solo nell'altro mondo, ma anche in questo.

lunedì 3 maggio 2010

Pausa per trasferta

Come già detto domani parto starò via per circa due settimane senza computer, quindi niente post, ma di sicuro sopravviverete alla grande. Ci sarebbero un mucchio di argomenti di attualità su cui parlare ma non ho voglia di aggiungere parole alle parole, potrei però darvi dei flash di quello che ho visto a Torino, non vi parlerò dei pellegrini, ne della Sindone, vi parlerò di due donne una vestita in maniera più che decorosa che rovistava nei sacchi dell' immondizia lasciati alla fine del mercato e prendeva una pagnotta scuotendola un po' ed un' altra vestita con indumenti che dichiaravano una certa età, lei invece frugava nel bidone del biologico controllava le bietole ed io mentre passavo guardavo, pensavo, pensavo.
Stamani mi sono svegliata alle 5 mentre facevo colazione nel silenzio ho sentito gli uccelli cinguettare, mi piace il canto degli uccelli mi sembra una preghiera che sale verso Dio e certe volte mi unisco a loro.

Trova il tempo
Trova il tempo di pensare
Trova il tempo di pregare
Trova il tempo di ridere
È la fonte del potere
È il più grande potere sulla Terra
È la musica dell'anima.
Trova il tempo per giocare
Trova il tempo per amare ed essere amato
Trova il tempo di dare
È il segreto dell'eterna giovinezza
È il privilegio dato da Dio
La giornata è troppo corta per essere egoisti.
Trova il tempo di leggere
Trova il tempo di essere amico
Trova il tempo di lavorare
E' la fonte della saggezza
E' la strada della felicità
E' il prezzo del successo.
Trova il tempo di fare la carità
E' la chiave del Paradiso. (Iscrizione trovata sul muro della Casa dei Bambini di Calcutta.)
Madre Teresa di Calcutta