sabato 26 settembre 2009

Natale '06 ed altre poesie

Ed eccomi a voi con altre mie poesie la prima s' intitola Natale '06, le altre hanno la data c' è anche una del giorno del mio compleanno

Natale '06
Un quaderno donato: Natale 2006
rivestito dei colori della terra, radici profonde.
Sentimenti forti, nascosti ma profondi.
Terra, foglie e raggi di luce: speranza che non muore mai.
Radici profonde, sentimenti profondi che ricordano sensazioni nascoste,
dolori passati, vita presente.
Un caldo abbraccio che ti avvolge, amore che ti circonda e la voglia di dire: GRAZIE!!!!
Di scrivere l' indescrivibile.
I sussurri di un cuore, solo un altro cuore li può udire
ed il silenzio lascia lo spazio alla verità e nei silenzi, i sentimenti prendono il loro posto.
24/7/07
In una notte dove il sonno non arriva e l' inquietudine diventa compagna di viaggio,
la voglia di scrivere prende il sopravvento e l' anima si fa più leggera.
Il gioco delle emozioni, l' incertezza e il dubbio, la calma del silenzio della notte,
ho paura del provvisorio? Forse, eppure quello che ho vissuto questi due anni è così ricco, così forte, che temo il ritornare alla quotidianità,
eppure credo che la Tua mano sia ben stretta alla mia
ed allora, dove andiamo??
Questa poesia è un po' premonitrice di quello che è successo dopo, l' ho ritrovata il giorno del mio compleanno e mi è venuto da fare il proseguo, eccolo qua a distanza di 2 anni
18/09/09
Qualche volta conduco io,
strattono la Tua mano e ti porto dove dico io.
Ma chissà perché mi vien da pensare che in realtà ti seguo
la quotidianità non fa più paura e la Tua mano da allora non mi ha più lasciato.
In viaggio per Bologna Marzo '07
Un occhiata dal finestrino d' un treno: montagne!
Ricordi di stupori di bimba che guardava dal finestrino d' un treno.
Vedo una Madonna, statua alta sopra la città,
il mio spirito libero e nomade sorride,
ho viaggiato, ho visto paesaggi, città, persone
e la vita è rimasta dentro di me!!

Nessun commento:

Posta un commento