lunedì 28 settembre 2009

Buongiorno mondo!!! questa mattina alle 6 ero già sveglia, fatto colazione e salutato il Padre, si salutato ovvero : Ciao Buongiorno!!! nella testa avevo i problemi alla caldaia del riscaldamento che bisogna continuamente sorvegliare perché l' acqua sparisce (già chiamato l' idraulico che martedì tornerà per l' ennesima volta) e poi mi è venuto in mente il prete 85enne, che io avevo soprannominato il tredicenne per la sua freschezza d' animo nonostante fosse in un letto senza potersi muovere, non me l' ha mai detto ma credo che abbia pregato molto per me, sperava che avrei pregato molto nel futuro, ma in questo, non credo sia stato accontentato; era stato lui che mi aveva dato la preghiera che ho copiato qua sotto ve la lascio come regalo, così come è stata data a me e vi ricordo che se non si arriva a dire: ti amo perché è troppo impegnativo, Lui accetta anche ti voglio bene!!! Ora me ne vado ai miei lavori: Stiro e ammiro!! ecc.
AMAMI COME SEI
(di Mons. Lebrun)

"Conosco la tua miseria, le lotte e le tribolazioni della tua anima, le deficienze e le infermità del tuo corpo; so la tua viltà, i tuoi peccati, e ti dico lo stesso: Dammi il tuo cuore, amami come sei...
Se aspetti di essere un angelo per abbandonarti all'amore, non amerai mai.
Anche se sei vile nella pratica del dovere e della virtù, se ricadi spesso in quelle colpe che vorresti non ricommettere più, non ti permetto di non amarmi. Amami come sei.
In ogni istante e in qualunque situazione tu sia, nel fervore o nell'aridità, nella fedeltà o nella infedeltà, amami... come sei...
Voglio l'amore del tuo povero cuore; se aspetti di essere perfetto, non mi amerai mai.
Non potrei forse fare di ogni granello di sabbia un serafino radioso di purezza, di nobiltà e di amore? Non sono io l'Onnipotente? E se mi piace lasciare nel nulla quegli esseri meravigliosi e preferire il povero amore del tuo cuore, non sono io padrone del mio amore?
Figlio mio, lascia che io Ti ami, voglio il tuo cuore.
Certo voglio col tempo trasformarti, ma per ora ti amo come sei... e desidero che tu faccia lo stesso; io voglio vedere dai bassifondi della miseria salire l'amore.
Amo in te anche la tua debolezza, amo l'amore di poveri e dei miserabili; voglio che dai cenci salga continuamente un gran grido: "Gesù ti amo". Voglio unicamente il canto del tuo cuore, non ho bisogno ne' della tua scienza, ne' del tuo talento.
Una cosa sola m'importa, di vederti lavorare con amore.
Non sono le tue virtù che desidero; se te ne dessi, sei così debole che alimenterebbero il tuo amor proprio; non ti preoccupare di questo. Avrei potuto destinarti a grandi cose; no, sarai il servo inutile; ti prenderò persino il poco che hai... perché ti ho creato soltanto per l'amore.
Oggi sto alla porta del tuo cuore come un mendicante, io il Re dei Re! Busso e aspetto; affrettati ad aprirmi. Non allargare la tua miseria; se tu conoscessi perfettamente la tua indigenza, moriresti di dolore. Ciò che mi ferirebbe il cuore sarebbe di vederti dubitare di me e mancare di fiducia. Voglio che tu pensi a me ogni ora del giorno e della notte; voglio che tu faccia anche l'azione più insignificante solo per amore. Conto su di te per darmi gioia... Non ti preoccupare di non possedere virtù; ti darò le mie. Quando dovrai soffrire ti darò la forza. Mi hai dato l'amore, ti darò di saper amare al di là di quanto puoi sognare... Ma ricordati... amami come sei... Ti ho dato mia Madre; fa passare, fa passare tutto dal suo Cuore così puro.
Qualunque cosa accada, non aspettare di essere santo per abbandonarti all'amore, non mi ameresti mai... Va..."

sabato 26 settembre 2009

Natale '06 ed altre poesie

Ed eccomi a voi con altre mie poesie la prima s' intitola Natale '06, le altre hanno la data c' è anche una del giorno del mio compleanno

Natale '06
Un quaderno donato: Natale 2006
rivestito dei colori della terra, radici profonde.
Sentimenti forti, nascosti ma profondi.
Terra, foglie e raggi di luce: speranza che non muore mai.
Radici profonde, sentimenti profondi che ricordano sensazioni nascoste,
dolori passati, vita presente.
Un caldo abbraccio che ti avvolge, amore che ti circonda e la voglia di dire: GRAZIE!!!!
Di scrivere l' indescrivibile.
I sussurri di un cuore, solo un altro cuore li può udire
ed il silenzio lascia lo spazio alla verità e nei silenzi, i sentimenti prendono il loro posto.
24/7/07
In una notte dove il sonno non arriva e l' inquietudine diventa compagna di viaggio,
la voglia di scrivere prende il sopravvento e l' anima si fa più leggera.
Il gioco delle emozioni, l' incertezza e il dubbio, la calma del silenzio della notte,
ho paura del provvisorio? Forse, eppure quello che ho vissuto questi due anni è così ricco, così forte, che temo il ritornare alla quotidianità,
eppure credo che la Tua mano sia ben stretta alla mia
ed allora, dove andiamo??
Questa poesia è un po' premonitrice di quello che è successo dopo, l' ho ritrovata il giorno del mio compleanno e mi è venuto da fare il proseguo, eccolo qua a distanza di 2 anni
18/09/09
Qualche volta conduco io,
strattono la Tua mano e ti porto dove dico io.
Ma chissà perché mi vien da pensare che in realtà ti seguo
la quotidianità non fa più paura e la Tua mano da allora non mi ha più lasciato.
In viaggio per Bologna Marzo '07
Un occhiata dal finestrino d' un treno: montagne!
Ricordi di stupori di bimba che guardava dal finestrino d' un treno.
Vedo una Madonna, statua alta sopra la città,
il mio spirito libero e nomade sorride,
ho viaggiato, ho visto paesaggi, città, persone
e la vita è rimasta dentro di me!!

venerdì 25 settembre 2009

Invito a pranzo

Ebbene si, la streghetta ed il micio sono arrivati a trovarci e alla fine del nostro pranzo le ho detto: questo è da raccontare ma fallo tu, sono certa che farai ridere!!
Quindi vi invito ad andare al vedere il suo post su:
soprattutto se siete un po' tristi, ricordate: il riso fa buon sangue!!!! ....(però senza zucchine).

domenica 20 settembre 2009

Amicizia, Amichevole

Il giorno del mio compleanno è stato molto bello, ed è passato benissimo, sabato sono andata ad una dimostrazione dei nuovi prodotti della Stamperia ed ho imparato delle tecniche di pittura che non conoscevo. Oggi la mia streghetta mi ha comunicato, con mia grande gioia che verrà a trovarmi col gattone giovedì, sono molto contenta.
Mi sono segnata delle cose scritte da Martini sull' amicizia che mi hanno colpito non sono totalmente d' accordo, però mi piacevano. Dio mi ha donato un amicizia, mi è stato ben chiaro durante un ritiro, per gli altri penso di essermi guadagnata la loro amicizia, lo so questo è orgoglio, ma ogni tanto ci vuole anche questo.
Poi per esperienza diretta reputo sacrosanto il proverbio:
Dagli amici mi guardi Dio, che dai nemici mi guardo io.
In ogni caso ho deciso d' ora in avanti che sarò amichevole con tutti, salvo le solite eccezioni che confermano la regola.
Da: conversazioni notturne a Gerusalemme Sul rischio della fede pag. 55

Desideravo tanto degli amici, ma non li trovavo. Volevo troppo. Volevo nuovi amici ed ero troppo esigente: due errori. Non riuscivo ancora a capire che gli amici sono un dono. ………..

Per me l’ amicizia è qualcosa di raro e prezioso, ci viene data da Dio. E distinguo amicizia da amichevole.
Dovremmo essere amichevoli con tutti, ma non possiamo essere amici di chiunque.
Un segno d’ amicizia è rivedere qualcuno dopo un anno e riuscire a parlare con lui o con lei come se lo avessi visto ieri. Non è necessario che gli amici stiano sempre insieme, ma possono sempre discutere tra loro di argomenti importanti.

venerdì 18 settembre 2009

Buon compleanno a me!!!!

Per dir la verità, visto che si stava facendo un po' tardi ho volutamente aspettato per farmi gli auguri di un buon compleanno!!! Sono 56 anche se penso di non essere ancor uscita dall' adolescenza, questo non significa che sono scriteriata, però sono fondamentalmente giovane!!
Titti mi ha già fatto il regalo ed è riuscito a sorprendermi, non sapendo che farmi è arrivato con una torta (buonissima!!!) perché oggi non avrebbe avuto tempo. La luce dei miei occhi dopo che gli ho detto con un messaggino della mammografia mi ha scritto: ci sentiamo domani (ovvero oggi).
Una volta un prete di 85 anni mi disse che essere umili non significa non dire la verità, si può constatare una verità ed io dopo questo anno che non è stato facile, ma che mi ha: "cambiato in meglio", non so se l' espressione è giusta, forse mi sono riscoperta, ho molti difetti, ma ho anche molti pregi, ho mille debolezze, ma ho tante qualità, insomma mi sento veramente convinta nell' affermare quanto scritto nel:
Salmo 139 (138)

versetto 14 Ti lodo, perché mi hai fatto come un prodigio;.........
Oggi attenderò le telefonate di auguri, starò con la mia famiglia e ringrazierò Dio perché sono amata, si, mai come in questo ultimo anno, pur con tutte le difficoltà, le delusioni, le ferite, le cicatrici che sembrava che non si rimarginassero mai, il tempo passato in ospedale sia da me che da Titti, mi sono sentita così amata. Si ho sentito l' amore di Dio e di coloro che mi sono stati accanto, ma l' amore di Dio non si ferma a me, mi piacerebbe che tu che leggi, lo percepissi anche nei tuoi confronti, penso che Dio abbia un amore esclusivo e nello stesso tempo universale. Ci sono cose che non capisco e che non posso spiegare, ma mi piacerebbe veramente trasmettere la carezza di Dio che è solo per me, ma anche per te, per lei, per tutti. Buona giornata a noi tutti!!!!!!

giovedì 17 settembre 2009

Il regalo più bello per il mio compleanno

Oggi la giornata era iniziata male, c' era un po' di tristezza, poi mi è arrivato un raggio di sole, si, il sole scalda e aiuta l' umore, ma l' increspatura permaneva allora ho preso il telefono ed ho telefonato a Prevenzione Serena per sapere se avevano visionato la mia mammografia, la risposta è stata si e che tutto andava bene, mi hanno spedito la lettera a casa (ma non è ancora arrivata). Domani è il mio compleanno e questo è stato il più bel regalo in assoluto che ho ricevuto, per un anno sono tranquilla!!! Vi pare poco? è vero che ci sarà l' intervento che dovrò fare a gennaio, ma la parola carcinoma per adesso è bandita!!!!

lunedì 14 settembre 2009

Altri lavoretti






Salve a tutti, in questi tempi sono stata un po' presa dalla fisioterapia al braccio (quello dell'intervento) che faccio tre volte alla settimana, ma oggi il fisioterapista era in ferie e quindi sono a riposo, si, mi sono messa a riposo perché mi sono veramente stancata, io che cado addormentata alle 22, non capita spesso ed ultimamente e capitato un paio di volte. Dalle foto potete anche vedere che ho ridato un nuovo vestito a delle bacinelle che metto sotto i termosifoni che perdono acqua ma solo quando ne hanno voglia loro ovvero può' anche passare un anno e poi... quando meno te lo aspetti, ecco la goccia o acqua, quindi per evitare inconvenienti le vaschette stazionavano (se per caso vi dite: basta chiamare un idraulico, già fatto!! Uno è venuto con il padrone di casa, l' altro l' abbiamo chiamato noi, ma il risultato è sempre lo stesso). Visto che mi è venuto l' estro creativo, ho deciso di cambiargli aspetto assieme a quella cartellina scialba, in quella ci ho messo tutte le scartoffie mediche (altre) che mi servono da presentare in caso di richiesta.

Qui il tempo è cambiato oggi piove ed è tutto scuro, ho letto il libro di Martini "Colloqui notturni....(vedi post del 20/8/09) l' ho letto in due giorni e mi è piaciuto. Jung per adesso è sospeso anche se sono arrivata a pag.89 in compenso visto che mi sono accorta che il mio francese è peggiorato mi sono presa in biblioteca qualcosa di leggero, Molière "L' école des femmes" per vedere se riesco a recuperare qualcosa.

martedì 8 settembre 2009

8 settembre

Oggi è l' 8 settembre ed il mio pensiero è volato allo zio di mio marito: Alberto un uomo giusto. Fu lui che un giorno in cui l' andammo a trovare ci raccontò il suo 8 settembre, un 8 settembre pieno di rabbia nei confronti di un re e di un generale che lasciarono senza ordini i loro uomini allo sbando, nello stesso tempo pieno di riconoscenza nei confronti del suo capitano che disse ai propri uomini: "fuggite da qua se no i tedeschi vi ammazzano!!" e da Genova dove erano, ognuno fuggì diretto verso una meta incerta, lui riusci ad arrivare nella sua terra, la toscana e restò solo nella macchia, anzi non solo, ma in compagnia della paura che lo faceva tremare ad ogni rumore e nell' incertezza di cosa fare, poi decise di unirsi ai partigiani ma quando stava per farlo una sera si trovò in mezzo ad una discussione, si doveva uccidere uno del paese, un fascista accusato di delazione, un uomo che lui conosceva e che non gli sembrava il tipo da fare certe cose e così quella notte Alberto volle sapere se c' erano prove per un accusa così forte, perché non si può giustiziare uno se non è colpevole, passarono tutta la notte a discutere e ci fu un momento dove si rese conto che stava rischiando la sua vita per difendere l' altro, ma continuò ed alla fine furono d'accordo che era stata una falsa accusa e non ne fecero niente, il suo paesano non seppe mai che lui gli aveva salvato la vita e lui parlandone ne parlava con tranquillità: aveva fatto una cosa giusta. Martin Luther King mi sembra abbia detto: "Non e' grave il clamore chiassoso dei violenti, bensì il silenzio spaventoso delle persone oneste."
Alberto era un uomo giusto, molto arrabbiato per l' 8 settembre ed io oggi non voglio dimenticare gli uomini dell' 8 settembre, tutti quelli che si sono ritrovati nella confusione di quel giorno. E questo mio post è anche un omaggio a tutti gli uomini giusti che hanno fatto piccoli grandi gesti senza pubblicità e senza che nessuno lo sapesse.
Un grande grazie ad Alberto, un uomo che sono onorata di aver conosciuto, un operatore di pace e di giustizia che non credo che sia mai andato in chiesa salvo forse per funerali battesimi e matrimoni, che non sapeva niente di Gesù, ma che un giorno mi citò a memoria questo pensiero di Mazzini che poi mi feci dettare:" Dio esiste perché noi esistiamo. Dio esiste nella nostra coscienza, nella coscienza dell' umanità, nell'universo che ci circonda. Dio esiste, ma noi non dobbiamo né vogliamo provarlo, perché tentarlo ci sembrerebbe bestemmia come negarlo follia.
Non vi sono atei fra voi; se ve ne fossero, sarebbero degni di compianto, perché colui che può negare Dio davanti ad una notte stellata, dinanzi alla sepoltura dei suoi più cari o dinanzi al martirio, è grandemente infelice o grandemente colpevole. "

venerdì 4 settembre 2009

La poesia più bella che ho scritto

Oggi ho trovato la poesia più bella che ho scritto in una vecchia agendina su cui ho incollato gli scritti che mi avevano colpito nonchè questa poesia che per me è la più bella in assoluto tra quelle che ho scritto, quando l' avevo scritta l' avevo fatta leggere e regalata ad alcuni amici e colleghe, ma nello stesso tempo è l' unica che ho lasciato senza firma durante un ritiro incustodita in un luogo di preghiera. Mentre delle altre che non sono tanto belle mi darebbe fastidio vederle da qualche parte con un' altra firma, questa, che trovo "ispirata" la sento come un dono da condividere con altre persone, un po' come un figlio che è sangue e carne di te e nello stesso tempo consideri un dono di cui non puoi impossessarti e a cui devi lasciare la libertà.
21/1/04
Quando l' angoscia ti soffoca ed intorno c'è il buio,
quando ti senti perdente e tutto sembra non avere senso.
Lascia che la Speranza ti prenda per mano
e ti faccia vedere la luce là dove non c'è
lascia che ti scaldi il cuore mormorandoti:
"Non temere, non scoraggiarti.
Io sono con te . SEMPRE!!!!"

martedì 1 settembre 2009

Verdura, borse e mammografia

L'orto di Titti sta dando molti frutti e pur essendo molto bello mettere via tutti i prodotti per l' inverno, sto cominciando ad avere la nausea da verdure, non si finisce mai di lavorare ed è per questo che oggi dovevo fare qualcosa di creativo, un piccolo stacco dalle verdure e così mentre cercavo in sgabuzzino della roba ho visto due borse di stoffa ed ho deciso di farci qualcosa, delle due è la seconda che mi ha dato più soddisfazione anche dal punto di vista della creatività, avevo bisogno di concentrarmi su qualcosa da inventare perché domani vado a fare la mammografia ed ho paura, si, paura che possa capitarmi come l' anno scorso. Cerco di impegnarmi e di non pensarci, ma sotto sotto la fifa c' è !!!! In ogni caso ho intenzione di domandare dopo quanti giorni potrò essere tranquilla senza ricevere telefonate di convocazione, so che saranno giorni lunghi, cercherò di ascoltare Mozart e di impegnarmi in lavoretti vari.