lunedì 20 luglio 2009

"Beato colui che guarda con il cuore, ma il suo cuore non è in ciò che vede".

Sono andata a vedere su internet quanto costa il libro di Chialà, dai 30 euro ai 25 e rotti, al che ho deciso che non lo comprerò, però sono andata a leggermi un bel po' di articoli per vedere se trovavo qualcos'altro ed ho trovato quest' altra citazione che non so se ho ben capito.
"Beato colui che guarda con il cuore, ma il suo cuore non è in ciò che vede".
Guardare con il cuore, leggendo i Vangeli ogni tanto si trova scritto Gesù lo guardò (ad esempio nel giovane ricco) a mio parere è uno sguardo diverso dall' occhiata che diamo, è un andare oltre, con quello sguardo Gesù avvolge, è con, non è giudizio ma AMORE e se colui che riceve (accoglie e si fa avvolgere come Pietro) quello sguardo, ecco che viene trasformato da quell' AMORE, sempre a mio parere Pietro piange si per il tradimento, ma piange anche di gioia perché si è sentito avvolgere dall' AMORE di Gesù ed ha sentito profondamente in se tutto il calore di quell' AMORE.
Anche lavare delle mutande piene di merda, trovarsi davanti ad un malato che di umano non ha quasi più niente e che ti fa venire il voltastomaco, possono diventare amore e alla fine il nostro cuore è in ciò che non si vede. Si va oltre ....

2 commenti:

  1. Peccato che tu non scriva più , mi sarebbe tanto piaciuto conoscerti ,lucialba.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie per il commento, non è detto che non riscriva, diciamo che è un periodo un po' arido e con alcune cosette da fare. Sono contenta di avere controllato se c' erano commenti, erano mesi che non guardavo anche perchè non ricevo molti commenti. Ti auguro PACE, GIOIA, SALUTE e una BUONA PASQUA!!

      Elimina