sabato 25 aprile 2009

Gratuità

Oggi è il 25 aprile ed in teoria dovrei parlare della liberazione, della vittoria della libertà sull' oppressione, ma è obbligatorio parlarne il 25 aprile o piuttosto quando ne avrò voglia di parlarne? Oggi ho voglia di inserire un testo che era su un biglietto di auguri natalizio quando facevo parte dell' AVO un associazione il cui motto se ricordo bene è:" La migliore medicina per l' uomo è l' uomo!" Mi aveva colpito perché la trovavo un affermazione profondamente vera, quando si è in ospedale o malati il contatto umano è terribilmente importante, piccole cose come un cuscino sollevato, l' aiuto a mangiare, due parole o semplicemente il silenzio partecipato valgono più di tante altre cose. La coerenza è una cosa che mi ha sempre affascinato, mi sono anche allontanata per un bel po' di tempo dalla Chiesa perché non riuscivo ad essere una buona cristiana (per buona cristiana intendo vivere la Parola e non dire la Parola) per me era inutile andare a Messa se poi si era malevoli nei confronti degli altri oppure non si vive radicalmente la Parola e quindi per star male perché non riuscivo, mi sono allontanata.
Sono passati molti anni e poi mi sono riavvicinata a Dio o meglio direi alla Chiesa ed ho capito quello che per me è stata una grande rivelazione: se aspettavo di essere come volevo, sarei stata sempre lontana dalla Chiesa, per cui da quando mi sono riavvicinata, ci continuo a restare, contando sempre sull' aiuto di Dio e cercando di guardare i micro miglioramenti che riesco ad ottenere con la mia forza, la mia mente e l' aiuto di Dio. Quando ero piccola(4 o 5 anni) mia mamma mi mandava al catechismo così potevo passare il tempo con altri bimbi, loro erano più vecchi perché studiavano per la comunione, a quel tempo oltre che imparare tutto a memoria si usava fare i "fioretti" ed io ho sempre contestato i fioretti e non ne ho mai fatti perché per me non era giusto fare qualcosa per avere un premio, si deve fare le cose perché è giusto farle. Peguy riesce a scrivere in maniera eccezionale il pensiero che non mi ha mai lasciato d'allora.
Come la loro libertà è stata creata a immagine e somiglianza della mia libertà - dice Dio – come la loro libertà è il riflesso della mia libertà, cosi mi piace trovare in loro una certa gratuità che sia il riflesso della gratuità della mia grazia.Mi piace che, in un certo senso, essi preghino non solo liberamente ma gratuitamente.Mi piace che cadano in ginocchio non solo liberamente ma gratuitamente.Mi piace che amino infine – dice Dio – non soltanto liberamente , ma gratuitamente.Ora per questo – dice Dio – con certi uomini sono ben servito. Sono un popolo venuto al modo con la mano aperta e il cuore liberale. Danno, sanno dare. Per natura, sono più facilmente gratuiti. Quando danno, non vendono, non prestano a breve scadenza, e ad alto interesse.Danno per nulla.Altrimenti è forse un dare? Amano per nulla. Altrimenti è forse amore?
C. Peguy, Lui è qui, BUR (spero che la fonte che ho trovato su internet sia esatta)



2 commenti:

  1. Egregia autrice, secondo le mie fonti, "Lui è qui" è una raccolte di pagine famosedi Péguy, da Véronique a Il mistero della carità di Giovanna d'Arco; da Il portico del Mistero della seconda virtù a Il Mistero dei santi innocenti alla Tapisserie de Notre-Dame. Nel caso concreto della tua citazione, l'opera originale è : Il Mistero dei santi innocenti. E per un sapore maggiore, ecco il testo francese :

    Comme leur liberté a été créée à l'image et à la ressemblance de ma liberté, dit Dieu,
    Comme leur liberté est le rellet de ma liberté.
    Ainsi j'aime à trouver en eux comme une certaine gratuité
    Qui soit comme un reflet de la gratuité de ma grâce,
    Qui soit comme créée à l'image et à la ressemblance de la gratuité de ma grâce.
    J'aime qu'en un sens ils prient non seulement librement mais comme gratuitement.
    J'aime qu'ils tombent à genoux non seulement librement mais comme gratuitement.
    .l'aime qu'ils se donnent et qu'ils donnent leur cteur et qu'ils se remettent et qu'ils s'apportent et qu'ils estiment non seulement librement mais comme gra- tuitement.

    J'aime qu'ils aiment enfin, dit Dieu, non seulement librement mais comme gratuitement.
    Or pour cela, dit Dieu, avec mes Français je suis bien servi.
    C'est un peuple qui est venu au monde la main ouverte et le Coeur libéral.
    Il donne, il sait donner. Il est naturellement gratuit.
    Quand il donne, il ne vend pas, celui-là, et il ne prête pas à la petite semaine.
    Il donne pour rien. .Autrement est-ce donner.
    Il aime pour rien. Autrement est-ce aimer.

    Firmato : un amico francese

    RispondiElimina
  2. Caro amico francese,
    ti ringrazio molto per la tua puntualizzazione e se per caso mi capiterà di nuovo, t' invito a continuare Grazie mille, merci beaucoup!!

    RispondiElimina