martedì 3 febbraio 2015

Indifferenza

Oggi sono andata in ospedale, niente di particolare, però dovevo passare dall’ oncologo in un orario diverso dalle mie solite visite annuali e quindi mi sono ritrovata ad aspettarlo in mezzo ai malati che dovevano fare le cure oncologiche, sapete dopo quello che mi è capitato mi rendo conto che più passa il tempo e meno voglio avere a che fare con la sofferenza, direi che cerco di essere il più indifferente possibile a quello che mi circonda, oggi però c’ è stato tutto un concatenarsi di cose che mi portano a scrivere questo post. C’ è tanta gente che deve fare la chemio, volti sofferenti, sguardi forti da lottatori, gente giovane in carrozzella alcuni spinti dal genitore anziano, donne e uomini grintosi e lì il cuore si stringe per loro e per i loro familiari, torno a casa guardo la tv, di episodi cruenti ce ne sono ma generalmente la rete che guardo non li trasmette ed io evito di guardare quello che molti guardano per un gusto del macabro, stasera stavo guardando un’altra rete, vedo un assassino che accende la sabbia, vedo un uomo che prega e… piango, penso a tutti coloro che vengono assassinati, ai bambini a cui viene tolta l’ infanzia a TUTTI senza distinzione di credo. Ho versato solo una lacrima non di più, ma mi sentivo come se mi avessero preso a pugni nella pancia.
   Ho letto un mucchio di libri di cui certe volte faccio fatica a ricordare la trama oppure mi confondo, oggi  però  ricordavo il senso delle parole, sapevo dove cercarle: erano l’ introduzione del libro di Hemingway  le ho copiate sotto,  per quanto io cerchi di evitare la sofferenza, lei c’è ed io non sono sola, posso sforzarmi, posso indurire il mio cuore, ma gli altri esistono, dovrò cercare di risolvere la cosa.
Per chi suona la campana
Nessun uomo è un'Isola, intero in se stesso. Ogni uomo è un pezzo
del Continente, una parte della Terra.  Se una  Zolla viene portata
dall'onda del Mare, l'Europa  ne è diminuita, come se
un Promontorio fosse stato al suo posto, o una Magione amica o la
 tua stessa Casa. Ogni morte d’uomo mi diminuisce, perché io
partecipo dell'umanità. E così non mandare mai a chiedere per chi
 suona la campana: Essa suona per te.

                                             John Donne (1573 -1651)  (ho copiato da Oscar Mondadori)

sabato 26 aprile 2014

Ci siamo

Mi ero ripromessa di non scrivere su alcune cose che sono successe perché persone molto più colte e intelligenti di me hanno già scritto, parlato:  stasera non resisto, il mio Papa preferito ce l’ ha fatta,  io e tanti altri lo sapevamo già, ora ci sarà l’ ufficialità. La prima volta che sono andata a Roma sono andata subito a pregare sulla sua tomba, era il mio desiderio da quando è morto, mentre ero lì, verso la fine del nostro incontro gli ho detto: questo Papa ti ruberà la scena, ma per me, tu sei sempre il più forte! Sarà che ero piccola e lui a differenza di quello prima trasmetteva il Dio Padre, la tenerezza di Dio, l’occhio d’ Amore di Dio che guarda l’uomo, il buon pastore,  sarà che ha aperto la finestra per far entrare Lo Spirito Santo insomma io sono una grande tifosa, ammiratrice di Angelo Roncalli e senza togliere niente a nessuno fino al 13 marzo 2013 hanno mai scalfito questa mia passione, ripeto fino al 13 marzo in cui nel momento in qui il Vescovo di Roma ha chiesto di pregare per il suo predecessore (che per me è stato un grande e mi piace l’ idea che lui preghi per la Chiesa, non so in quale canale tv  veniva citato episodio in cui Mosè prega perché Israele vincesse contro Amalek a Refidim Esodo, 17, 8 -13. Nel versetto  12 quando Mosè vinto dalla stanchezza lasciava cadere le mani Aronne e Cur le sostenevano mi piace pensare a Benedetto che intercede per la Chiesa e fa il nonno come ha detto il nuovo vescovo)
Un padre, Ave e Gloria e la richiesta della preghiera del popolo che chiede la benedizione per il suo Vescovo e la sua richiesta di silenzio, dopo anni ho sentito quel battito provato anni e anni fa.

Angelo continua a rimanere il mio preferito ma Francesco era il Vescovo che attendevo da tempo anche se per me è un duro, dolce si, ma se si ascolta bene ti scuote e ti pone delle domande precise sul tuo modo di essere cristiano e almeno personalmente non è che mi senta così a posto, però riesce a far passare bene la misericordia di Dio e domani è la giornata della Misericordia di Dio.

domenica 12 agosto 2012

A ..... rivederci........

Si, questo è un saluto, forse non è definitivo ma resta sempre un saluto, ho fatto un pezzo della mia vita con voi, ma ora è il momento di  girare pagina o meglio chiudere un capitolo, anche se dal punto di vista medico ho ancora un seno ed altre parti corporee ma spero di non avere più  contatti con il cancro.
Mi piace l' idea di iniziare un nuovo capitolo e poi questo non è un addio ma un :
A... rivederci...............(forse :) e grazie!!!)

martedì 5 giugno 2012

QUASI INDISPENSABILE

Sono stata assente per vari motivi, il principale è stato l' impossibilità di connettermi ad internet, terribile, non avete idea di quanto usi internet: posta elettronica, skype per parlare con gli amici, ma soprattutto le informazioni che prendo da internet: come mi vesto domani? bici o piedi? stasera ho già guardato il meteo così preparo già la roba per domani mattina, devo andare a.... controllo su internet il percorso e gli orari.
Non ti rendi conto fino a quando non rimani senza, però .... sapete in cosa consiste la differenza tra dipendenza e abitudine/comodità, semplice con la dipendenza quando ti manca qualcosa/qualcuno scleri, con l' abitudine/comodità ti adegui, è duro, lo ammetto, ma si puo vivere ugualmente, anche bene;  volevo rendervi partecipi di questo,  ora vi lascio perchè il sonno è fondamentale ed in questo momento una priorità, ciao

giovedì 10 maggio 2012

Depennati

Ho fatto degli sbagli nella mia vita, ma alle stesse condizioni (ovvero non conoscendo le conseguenze future) credo che li rifarei, ho fatto anche cose giuste, se guardo alcuni anni indietro. direi che alcuni  sono stati molto proficui in quasi tutti gli aspetti, esistono però persone che non ricordano che tu c' eri, anzi per loro non c' eri proprio, depennato, ti viene quasi il dubbio di esserti inventato un esistenza che in realtà non c'era; ma cosa dice Fiore? ha battuto la testa? No tranquilli, io il filo non l' ho perso, io e Titti ci siamo e c' eravamo, però sono convinta che non siamo stati gli unici ad essere stati depennati, anche a qualcuno di voi capita o è capitato di esserci ma per altre persone non esistere, essere depennato per comodità altrui o antipatia altrui o chissà per quale altro ottimo motivo. 
Esistiamo e siamo importanti oltre che per i nostri cari e amici anche per Lui l' Amico fedele, quello che non ci lascia mai, anche nei momenti in cui  sembra non sia con noi.
Noi siamo amati! 


giovedì 3 maggio 2012

Muri

Eccomi qua, seduta davanti al pc a scrivere, questa volta sono sveglia perché agitata, si, in questo periodo sono agitata, ma è normale che lo  sia, e soprattutto non lo sono per motivi di salute e questo vi assicuro che è  di per se una gran cosa, dopo questa premessa che dire? Preoccupata? si, tanto, anche se razionalmente non lo dovrei, essere ieri notte ho sognato che mi trovavo di fronte ad un  muro alto che dovevo scavalcare, mi ritrovavo a redarguire una ragazza che non mi aveva avvertito del muro ma che soprattutto insisteva perché lo scavalcassi, spingendomi dal basso verso l' alto, non ho fatto altro che borbottare che odio le cose senza preavviso e poi una fatica con il mio fisico e la mia età, scavalcato il muro ne ho trovato uno ancora più alto ma ero da sola, ho cercato una sedia e con calma e senza tanta fatica mi sono ritrovata a cavalcioni del muro tutta soddisfatta del fatto che c' ero riuscita da sola e senza fretta poi non ricordo, però stamattina un male ai polpacci.ebbene si certe volte si fatica molto nei sogni ed in più sono strani come può una sedia bastare per scavalcare un muro alto? In ogni caso sono qui davanti a questo schermo, ultimamente mi sono resa conto di che io credo in Dio, la mia testa ed il mio cuore anche, ho depositato ai Suoi piedi  molti fardelli, so come dia forza ma non sempre riesco a lasciare i pesi ai suoi piedi, nel vangelo  di Marco al capitolo 9 c' è un padre che chiede a Gesù  se può di guarire suo figlio e Lui gli risponde che tutto è possibile per chi crede ed il padre risponde: credo ma tu aiutami nella mia incredulità, questa è una frase che dico sovente perché mi si addice.Ora io prendo me ne vado a letto e cercherò di non portare con me i miei affanni. 

venerdì 6 aprile 2012

Pasqua

Oggi è il Venerdì Santo, il giorno del dolore e del silenzio, stasera guardando la TV ho visto la pubblicità di una nota marca italiana al suo uovo pasquale, sicuramente ero distratta, ma mi è parso di cogliere che Pasqua aveva come significato un uovo di cioccolato, non è così.
Non ho mai amato la Pasqua, la croce non ha niente di bello, è dolore allo stato puro, umiliazione, uomini nudi esposti al pubblico, una sconfitta, un urlo "Dio mio, Dio mio perché mi hai abbandonato?" e MORTE.
Sembra una sconfitta, mi vien da chiedere perché?? perché tutto quel dolore?? perché esiste il dolore? Non ho una risposta ma nel tempo ho compreso qualche cosa sperimentando sulla mia pelle alcune cose: dolore, amore ecc.
La Pasqua ha un significato profondo, per i nostri fratelli maggiori è il memoriale della liberazione dalla schiavitù dell' Egitto, non solo un ricordo, si fa memoria riattualizzando un evento passato rendendolo presente; per noi cristiani è il memoriale della passione, morte e RISURREZIONE di Gesù per la nostra salvezza.
La morte è stata vinta e Gesù è risorto. Gli ortodossi a Pasqua quando
s' incontrano dicono: Cristo è Risorto!! E' veramente Risorto!! rispondono le persone. A me piace tanto come saluto pasquale perché ci credo, io credo che Cristo è Risorto, ha dato la vita per tutti ed è Risorto!
Vi lascio con un augurio francescano che secondo me sintetizza bene la Pasqua: PACE E BENE A TUTTI.

lunedì 26 marzo 2012

Toccata e fuga

Ciao a tutti, il mio silenzio non è dovuto ad un periodo nero ma ad un nuovo capitolo della mia vita, niente di particolare o esaltante, semplicemente mi sembrava di non aver più niente da dire, ho aperto il blog pensando di darvi un arrivederci provvisorio, annunciare un pausa e poi aprendo, vedo che la streghetta ha messo un post a cui ho messo un commento che non sono riuscita a mandare, poi Potolina è tornata ed io ancora una volta ho cercato nella Bibbia, cerco la Sua Parola, nei miei momenti più importanti, sia belli che brutti, ho trovato Parole di conforto, Parole d' Amicizia.
Mentre cercavo se riuscivo a copiare quello che ho letto per Potolina su Bible Live mi è apparso velocissimo un testo tratto dai messaggi di Giovanni Paolo II alla  XII GIORNATA MONDIALE DELLA GIOVENTÙ che mi ha colpito, per cui visto che ad ogni apertura mi cambia il testo ho cercato su internet e nell'indirizzo qua sotto ho trovato quello che cercavo:
..... La casa di Gesù è dovunque un uomo soffre per i suoi diritti negati, le sue speranze tradite, le sue angosce ignorate. Là, tra gli uomini, è la casa di Cristo, che chiede a voi di asciugare, in suo nome, ogni lacrima e di ricordare a chi si sente solo che nessuno è mai solo se ripone in Lui la propria speranza (Cfr. Mt 25, 31-46).
Per cui vi tocca, molto meno di prima ma ogni tanto vi toccherà qualche scritto che vi proporrò.
Buona notte:)

domenica 12 febbraio 2012

Credo dei prigionieri

Oggi ho pensato di mettere ordine nel mio computer e di buttare un po' di roba, ma per buttare bisogna leggere e ci vuole tempo oltre che pazienza, ho trovato dei bei testi per cui comincio a copiarne qualcuno, ecco il primo cos'ì come l' ho trovato:
Credo dei prigionieri
Composto dai detenuti del carcere di Bois d’ Arcy

Credo in Dio.
Credo nell’ Amicizia che ci unisce
Tutti fratelli, Neri, Bianchi, …….., Gialli
E di tutte le religioni che esistono su questa terra:
Credo nell’ amore con mio fratello:
Credo al coraggio
Credo alla perseveranza
Credo nella vita
Credo nella vita eterna
Credo nell’ amore
Credo nella famiglia
Credo nel perdono anche se non è facile tutti i giorni.
Credo in Dio perché ci da la forza di cambiare e di metterci di fronte ai nostri errori
E di farci cambiare.

giovedì 9 febbraio 2012

Il fascino della lettura

Erano mesi che non mi svegliavo più di notte, oggi o meglio ieri, mi è capitato di nuovo e istintivamente ho continuato a leggere il libro che avevo iniziato ieri sera, cosa che ho fatto fino a quando non si è affacciato in testa un pensiero, ricordo, constatazione: il fascino della lettura, un flash delle ore passate in solitudine a leggere quand' ero bambina; del piacere,  gusto, soddisfazione che si prova nella lettura di alcuni libri, qualcosa di fisico oltre che mentale, sensazioni presenti ma dimenticate,  percezione del momento pienamente vissuto.


mercoledì 1 febbraio 2012

Vespri

I vespri di oggi contenevano il Salmo 139 (138) uno dei miei preferiti, la liturgia delle ore viene fatta in ogni parte del mondo, come una fiaccola passata da uno all'altro, le preghiere in ogni luogo si alzano verso il cielo e non parlo solo di quelle cristiane ma anche quelle degli altri fratelli.

venerdì 13 gennaio 2012

Pacco regalo

Sto facendo un corso ed avendo solo due pagine nel quaderno recuperato per gli appunti stamani ho cercato un quaderno di recupero (niente si butta, tutto può servire, infatti casa mia sembra più un magazzino che una casa) trovo un quaderno di Titti su cose spirituali ad anelli, perfetto per togliere la parte scritta e lasciare i fogli bianchi, quindi inizio a levare la parte scritta, niente di personale solo appunti; verso la fine trovo una paginetta con scritto le citazioni di brani della Bibbia e di fianco alla parentesi graffa segnato Fiore.
Non ho la più pallida idea di quello che c' è scritto nelle citazioni, per cui visto che sono in anticipo sulla tabella di marcia cerco la mia Bibbia e comincio a cercare i vari brani, la Parola del Signore è sempre la Parola del Signore!
Comincio a leggere il primo, secondo, terzo senza particolari emozioni al quarto:
Siracide 11, 12 - 17
12 C’è chi è debole e ha bisogno di soccorso,
chi è privo di beni e ricco di miseria
eppure il Signore lo guarda con benevolenza,
lo solleva dalla sua bassezza
13 e lo fa stare a testa alta, sì che molti ne sono stupiti.
14 Bene e male, vita e morte,
povertà e ricchezza, tutto proviene dal Signore.
15 Sapienza, senno e conoscenza della legge vengono dal Signore;
carità e rettitudine sono dono del Signore.
16 Errore e tenebre sono per gli empi
e il male resta per i malvagi.
17 Il dono del Signore è assicurato ai pii
e il suo favore li rende felici per sempre.

Or dunque una delle tante cose che non ho mai capito o forse accettato è il discorso della fede donata: perché donata? Cos' ha di meglio lui/lei di me? Ora per quello che concerne  tutti quelli che non si dichiarano cristiani c' è la risposta in Matteo 25, 31- 46 ........ e i giusti alla vita eterna.
Ma perché il dono del Signore è assicurato ai più pii ed il suo favore li rende felici per sempre?
Ma alla mattina tu non hai meglio da fare? Vi chiederete, stamani no, avevo questa domanda in testa, ho ricevuto dei doni dal Signore ma non mi sembra che alcuni mi siano rimasti, ecco un’intuizione, definiamo dono = pacco regalo. Tutti noi esseri umani riceviamo un pacco regalo, poi ognuno ne fa quello che vuole (libero arbitrio), lo possiamo mettere in sgabuzzino e dimenticarlo per anni senza mai aprirlo, un giorno potremmo aprirlo e utilizzarlo, oppure aprirlo utilizzarlo per un po’ di tempo, poi dimenticarselo e non usarlo più oppure non separarcene mai.  Quindi la promessa è giusta e vera sta a noi usare il regalo del pacco regalo, quando lo usiamo funziona e qui mi piacere prendere in esempio una coppia di amici che il regalo lo hanno aperto e lo usano da anni ogni riferimento a micio rosso e streghetta è puramente voluto, anche se forse lui non è d’accordo con quello che dico ma non è il caso di farne una disputa, tanto ci sono argomenti come il bicchiere con l’acqua a metà in cui ognuno mantiene la sua idea ed entrambe sono giuste a secondo da quale parte la vedi.


giovedì 12 gennaio 2012

3005? GRAZIE DI ESSERE PASSATI!!

Lo so ci sono molteplici sistemi per leggere dei blog, io ne ho uno un po' banale, apro il mio e guardo gli aggiornamenti dei blogs che seguo, per gli altri blogs, guardo nei preferiti; oggi mi è capitato di sbirciare il contatore delle visite 3005?
Possibile? ho guardato due volte, però, sarà che i commenti sono rari, pensavo decisamente di avere meno visite e pur contando le mie entrate conteggiate, sono sempre tante, per cui GRAZIE DI ESSERE PASSATI!!

lunedì 2 gennaio 2012

BUON ANNO!!!

Quest' anno ho fatto pochissimi auguri di Natale, generalmente io chiamo o mando mail di auguri a tutti quelli che conosco con cui ho fatto pezzi di strada ma quest' anno ho dato una grossa sforbiciata e mi sono limitata al massimo per vedere un po' per curiosità cosa accadeva, ebbene il risultato è stato, pochissime e-mail e meno ancora telefonate, si dice pochi ma buoni ed in effetti più passa il tempo e mi convinco di questo detto. Devo scusarmi con qualcuno che mi è molto caro per non aver fatto gli auguri di Buon Anno, il pensiero c' è stato, i fatti meno, vuoi vedere che la maggioranza che non si è fatta viva per Natale, ha fatto come me, mi ha pensata ma niente fatti, chi lo sa???? Comunque io Capodanno l' ho passato con Titti, la mamma di Titti, Luce dei miei occhi, Gamberetto e amici, l' abbiamo passato bene, sereni e poi il primo sono andata a Messa a ringraziare ed a portare tutti quelli che ho nel cuore, conoscenti e non.
Gamberetto è dolcissimo è una gioia stare con lui.
Vi auguro un buon 2012 vissuto pienamente giorno per giorno.

mercoledì 21 dicembre 2011

Buon Natale!!!

25 Dicembre
A Natale vediamo Gesù come un neonato, povero e bisognoso, venuto per amare e per essere amato. Come possiamo amare Dio nel mondo di oggi?
AmandoLo in mio marito, in mia moglie, nei miei figli, nei miei fratelli e sorelle, nei miei genitori, nei miei vicini e nei poveri.
Raccogliamoci intorno alla misera culla di Betlemme e prendiamo la ferma decisione di amare Gesù in tutti coloro che incontriamo ogni giorno.
Tratto da:Madre Teresa La gioia di amare  365 meditazioni quotidiane Oscar Mondadori

Hanno regalato a me e Titti questo libro, allora ho deciso di farvi gli auguri citando questo pensiero, mi piacerebbe dirvi che io applico questa citazione, ma se sono onesta con voi, non posso dirlo, sono molto lontana purtroppo questa è la realtà, cerco? forse, chi lo sa? Una cosa è certa che questa è una tra le migliori definizioni del Natale.
AUGURI A VOI TUTTI!!!

lunedì 12 dicembre 2011

Cantico di Simeone

CANTICO di SIMEONE   Lc 2,29-32
Cristo, luce delle genti e gloria di Israele

Ora lascia, o Signore, che il tuo servo *
vada in pace secondo la tua parola;

perché i miei occhi han visto la tua salvezza *
preparata da te davanti a tutti i popoli,

luce per illuminare le genti *
e gloria del tuo popolo Israele.

giovedì 1 dicembre 2011

Julia

Ieri notte mi sono svegliata era mezzanotte e mezza, forse dovrei dire stamattina, non stavo bene ero agitata, ho pensato a Julia, ne ho già parlato di lei, una persona straordinaria, un mito, ha 96 anni e per caso ho scoperto che sta male, da quando ho parlato con sua figlia le telefono una volta alla settimana, stanotte è stato strano, non avevo sonno e pensavo a lei, forse era dovuto al fatto che ne avevo parlato con degli amici francesi o al fatto di avere l' impressione di essere accarezzata con affetto nel dormiveglia, chissà? Oggi ho preso il telefono ed ho composto il numero di casa, ero decisa ad avere notizie dalla figlia, il telefono suona libero: Allô, un soffio di voce, Julia, proprio lei, riconosco la sua voce e riconosco quel soffio di fatica e sofferenza che aveva anche la zia prima di ....
Sono Fiore (panico, non posso affaticarla, ma le voglio bene, tanto bene) volevo augurarti buongiorno, TI VOGLIAMO TANTO BENE, ma ora ti lascio, non voglio affaticarti.
Merci
So che è stata l' ultima volta che ho parlato con Julia, so che le ha fatto piacere, so che da lassù quando ci arriverà metterà una buona parola per noi ma mi spiace e le lacrime scendono.
Quando mi avvertiranno della sua partenza per la Terra promessa non farò un post, lo faccio ora, Julia è la memoria storica di una casa, è IL CUORE DI QUELLA CASA, se dovessi spiegarvi chi è Julia ve lo spiegherei così:
Una volta la responsabile della casa fece la seguente domanda: Come fare a convertire la gente (ovvero parlare di Dio)??
Qualcuno aveva delle ricette, altri non sapevano, quando prese la parola Julia disse:
COMINCIAMO AD AMARLI PER QUELLO CHE SONO, POI SI VEDRA'
Queste parole sono Julia, perché Julia quelle parole le vive non parla a vanvera Julia,
Julia è il cuore, un cuore che mi porta all' AMORE di  Dio che ci ama per quelli che siamo e non per quello che dovremmo o vorremo essere.
Ciao cara amica e GRAZIE di tutto quello che hai fatto e che farai.

mercoledì 16 novembre 2011

Mi piace

Si mi piace, soprattutto perché parla poco e quel poco che dice, lo di dice con competenza ed intelligenza,  probabilmente non mi piacerà quello che proporrà ma per chiunque abbia un po' di sale in zucca si sa che non è tempo di favole o chiacchiere. Spero che non gli rompano le scatole perché ormai siamo alla frutta e non ne vedo altri migliori.
Per fortuna che di uomini saggi ce ne sono ancora e che ne abbiamo uno che ha preso una decisione in un momento in cui si dormiva, carissimo ... BRAVO!!!
Chi sa di quali persone sto parlando???

sabato 5 novembre 2011

Sul viale del tramonto

Già da tempo mi sto rendendo conto che perdo colpi ma ora ne ho avuto ampiamente conferma, Torty mi  ha chiesto come mai non scrivo da ottobre ed io: ma no, guarda che ho scritto un post!
Torty: ma quando lo hai scritto, perchè io sono andata a leggere oggi.
io: ieri, strano che tu non lo abbia letto, eppure sono sicura, l' ho pubblicato.
Torty: quando ci torno, guardo.
Ora, dopo aver letto le letture della Messa di ieri e di oggi sono venuta a vedere se per caso c' era qualche commento e..... il mio post non c' era, sparito, volatilizzato, che fare, guardo nei post e nelle bozze del 2 novembre trovo il mio post, non ho versato lacrime perchè quelle vanno versate per tutti i morti e la gente che ha perso tutto oggi e in questi ultimi tempi, però è triste avere certe conferme sul proprio declino mentale. Ed ora se avete ancora voglia leggetevi il post del 2 novembre.
Se vi chiedevate se ero ancora viva, eccovi la risposta, si, in questo ultimo mese ho avuto alcune cose da fare  ed alcuni problemi che sembrano non aver fine, niente di grave ma...
Un giorno mentre facevo colazione, ho alzato gli occhi verso il crocifisso vuoto che ho in cucina e ho detto:
"lo so, dovrei avere fiducia in Te .... ma non ce la faccio, ho paura, scusa sono agitata" poi come al solito dopo aver sbrigato alcune cose ho guardato le mail ed ecco un messaggio di un nostro amico della Martinica che una o due volte l' anno se legge qualcosa di spirituale che gli piace me la invia, questa volta alla fine del messaggio trovo:
"....Non avere paura, t' aprirò tutte le porte che devono essere aperte e chiuderò quelle che devono essere chiuse. Ancora una volta sarai testimone della mia opera. ....." Ho ringraziato mentalmente Dio e ho affrontato i miei problemi che nell' arco di due giorni si sono: aperti, chiusi, riaperti e ora???? boh?!
Questo mi ha fatto riflettere sulla mia vita e sull' intervento di Dio, che notate bene, non è una polizza assicurativa che ti fa vivere senza problemi, ciò nonostante, in alcuni momenti, dal  profondo del mio cuore ho gridato ed Egli mi  ha ascoltato, ho visto miracoli, forse non eclatanti ma quando sembrava non esserci speranza, la speranza è tornata, ho visto frutti nascere da rami secchi, ho creduto ed ho dubitato, mi piacerebbe dichiarare la mia fede senza dubbi ma la cosa che mi viene spontanea dire è: io credo ma Tu aiutami nella mia incredulità. Sovente dimentico di ringraziare, dimentico le cose belle, presa dalle cose che non mi piacciono. Ormai chi mi legge lo sa, non voglio convincervi di niente ma devo scrivere questa cosa perché per me è importante, così come il rendermi conto  che anch' io ho fatto la mia parte, perchè Dio non è un burattinaio e noi le sue marionette.
E' un amico ed il bello degli amici che ci puoi litigare, non capirli, volergli bene ma soprattutto puoi essere te stesso con i lati belli ed anche quelli brutti.

lunedì 3 ottobre 2011

Revisione passata

E' andata bene, prossima visita il prossimo anno, mi hanno chiesto per l' intervento al capezzolo ma per adesso ho detto di no.
BENE!!!